Documentazione

19-11-2019 A Bagni di Lucca la Politica parla di Tana Termini

25-10-2019 Ing. Sauro Pasini il nostro consulente

19-10-2019 Assemblea della Rete dei Comitati per la difesa del territorio : sintesi incontro

18-10-2019 Dal Giornale di Pistoia

14-10-2019 Tratto da Maurizio Marchetti informa

10-10-2019 Tana Termini, no a nuovi impianti

08-10-2019 Risposta al Sindaco Luca Marmo

14-08-2019 Risposta alla petizione contro l’ impianto di Tana Termini

Summit del comitato contro il biogas, i medici: «I rischi per la salute ci sono» – Il Giorno Cornegliano Laudense

Acri In Rete – Ecodistretto, possibili rischi correlati agli impianti a biogas. Il punto di vista del Biologo Acri In Rete – Quotidiano Online di Informazione

Istanza al Comune di S.Marcello Piteglio

Istanza alla Provincia di Pistoia

Istanza alla Regione Toscana

Biogas e co-digestione: rischio contaminazione.

Il professor Michele Corti, docente di zootecnia di montagna all’università di Milano e ruralista convinto, informa sulla pericolosità del processo di co-digestione di matrici organiche relativamente alla produzione di biogas. Leggiamo e apriamo gli occhi.

ISDE Italia Febbraio 2015 Pagina 1 / 33
IL TRATTAMENTO DELLA FRAZIONE ORGANICA
DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (FORSU)

A cura di:
Agostino Di Ciaula, Patrizia Gentilini, Ferdinando Laghi, Gianni Tamino, Mauro Mocci, Vincenzo Migaleddu. ……Continua a leggere

Comune di Bagni di Lucca assente all’ assemblea per Tana Termini

17-07-19 Lettera inviata al Ministero e Sovraintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici

Intervento di Carlo Vivarelli sulla stampa

Ecco i motivi per seguire lo sviluppo dell’ impianto di compostaggio di Tana Termini

24/07/2019 risposta a richiesta informazioni svuotamento impianto di tana termini

Materiale giacente all’interno dell’impianto compostaggio ex Sistemi Biologici.

La disciplina della PREVENZIONE e riparazione del danno ambientale

Ecco perchè per la Regione Toscana la responsabilità della fauna ittica del torrente Lima è del Comune di Bagni di Lucca.

AREA PROTETTA TORRENTE LIMA

SIR/SIC B04 ZONE CALCAREE DELLA VAL DI LIMA E BALZO NERO; PRESENZA DI DIVERSE SORGENTI (E 1 POZZO SUL RIO BUIO) SPARSE E TORRENTE SESTAIONE E RIO BUIO DESTINATO ALL’ESTRAZIONE DI ACQUA POTABILE; SCESTA, SESTATONE E PARTE ALTA LIMA ACQUE DESTINATE ALLA VITA DEI SALMONIDI;

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è riga1.jpg

Luglio/Settembre 2017 Lucchio : rapporto turismo

LUCCHIO : Ecco la descrizione del paese sotto il quale viene progettato il gassificatore, tratta dalla Proloco di Bagni di Lucca.
Ultimo paese a chiusura della valle della Lima lucchese difeso dalla sua possente rocca , nominato per la prima volta nel 1260. Il nome deriva da Lusuc , luogo coperto di boschi, famoso per essere abbarbicato al monte, la sua rocca estrema difesa Lucchese contro Firenze , famosa per non essere mai stata espugnata. Oltre il castello da visitare la parrocchiale dedicata a S. Pietro ampliata nel XVII secolo E Villa S. Giorgio costruita da Lady A. Harvey Oxford nel 1848.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è riga1.jpg

OGGETTO: Circolare ministeriale recante “Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi”

ESTRATTO

5.1 Ubicazione degli impianti In via generale, e fatti salvi gli eventuali impianti già esistenti e regolarmente autorizzati, gli impianti che effettuano gestione di rifiuti non devono essere ubicati in aree esondabili, instabili e alluvionabili, comprese nelle fasce A e B, corrispondenti alle classi di rischio molto elevato ed elevato, individuate nei piani di assetto idrogeologico, adottati ai sensi degli artt. 67 e 68 del d.lgs. n. 152 del 2006. E’ opportuno localizzare gli impianti secondo criteri che privilegiano zone per insediamenti industriali ed artigianali, aree industriali o di servizi dismesse, in accordo ai requisiti di compatibilità ambientale e in base alla disponibilità di un’adeguata rete viaria di collegamento, nel rispetto dei vincoli d’uso del territorio previsti dalle specifiche norme di settore.

Altre motivazioni per proteggere e preservare la Valle del Lima tratte dalla reg. Toscana